10 tools per diventare padrone dei social

Cosa ha twittato il ministro? Dove trovo il video della rivolta? Come faccio a postare un contenuto sui social anche quando non sono disponibile? Sono domande diventate comuni anche tra i giornalisti. Siamo tutti social media manager, in fondo. Le notizie circolano su Facebook e Twitter, che non sono soggetti facili da addomesticare. È facile invece perdersi nella sconfinata quantità di contenuti che ogni giorno alimentano i social. Se poi si vuole essere presenti e attivi il grado di difficoltà aumenta. Non occorrono trucchi particolari per essere padroni dei social. Serve solo organizzazione. Ecco una lista di tools che può aumentare la vostra capacità social.

1) Spruce

Spruce Strumento che consente di creare immagini per Twitter in pochi secondi. I tweet con le immagini hanno più probabilità di essere letti e ritwittati.

2) Juicer 

Juicer Consente di creare un feed che restituisce il materiale social postato dagli account che si seguono. Molto utile per i giornalisti che aggregano questo tipo di contenuti.

3) Reetweeted more

Reewteeted more Quale testo ha più possibilità di essere ritwittato? Questo sito utilizza un algoritmo per stabilirlo e suggerisce la soluzione migliore

4) Stacker

Stacker  Una vera suite che consente di organizzare al meglio il proprio lavoro sui social. Permette di programmare i post, di rispondere ai commenti e fornisce un report statistico sulla propria attività. Sulla possibilità di programmare i tweet, un’alternativa è Twuffer.

5) Socialoomph

Socialoomph

Un tool che aiuta a programmare i contenuti social, a trovare le persone da seguire utili per la propria attività e a monitorare le proprie prestazioni.

6) Tweet Sentiment 

Tweet Sentiment  Programma dalle grandi potenzialità. Utile soprattutto ai social media manager, permette di visualizzare il sentiment di Twitter intorno a una parola chiave. L’algoritmo restituisce in tempo reale anche la tag cloud, la timeline dell’attività social sulla parola, l’affinità con altre e la lista di tutti i tweet in cui è stata citata.

7) Twiangulate

Twiangulate Tool prezioso per i giornalisti investigativi. Twiangulate rintraccia le connessioni tra due account Twitter. Segnala i follower e i following in comune, le parole a cui sono associati e crea una panoramica dei loro pubblici di riferimento.

8) TrendsMap

TrendsMap

Una mappa che mostra in tempo reale quali sono i trend social in un determinato Paese.

 

 

9 Followerwonk 

Followerwonk Followerwonk è uno strumento che aiuta ad analizzare le proprie performance su Twitter. Analizza in maniera approfondita l’attività sul social, quanto si è influencer, i profili demografici dei propri follower e molto altro.

10) Cur.to

Cur.to Restituisce l’attività social intorno a un hashtag di riferimento.

 

 

 

Annunci

3 thoughts on “10 tools per diventare padrone dei social

  1. Pingback: Post-it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...