Ma quale giornalismo? Esistono solo i #MortiDiClick

Non esiste giornalismo: le uniche divinità da venerare nelle redazioni sono i click. In loro nome si compiono le peggiori nefandezze. Gallery di foto con donne che lasciano poco spazio all’immaginazione, articoli con titoli imbarazzanti destinati solo ad attirare la curiosità dell’utente, gattini e meme. Ogni mattina sulla pagina Facebook di Giornalista Digitale e sull’account Twitter troverete #MortiDiClick: una rubrica che vuole trattare con ironia la rincorsa ossessiva ai click da parte delle testate italiane.

Tutto nasce dal metodo con cui vengono valutate le performance dei giornali da parte degli inserzionisti. Le visualizzazioni costringono le redazioni a rincorrere quei contenuti che sembrano virali, che attirano gli utenti e che facciano collezionare pagine viste. L’abbassamento di qualità del giornalismo italiano è sotto gli occhi di tutti. Con #MortiDiClick almeno ci ridiamo su (anche se a volte ci sarebbe poco da ridere).

Annunci